Fusorari Sunday Music dal 27 agosto al 15 ottobre | FUSORARI
22789
post-template-default,single,single-post,postid-22789,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.7,menu-animation-underline,popup-menu-fade,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Fusorari Sunday Music dal 27 agosto al 15 ottobre

7 domeniche live rock blues pop gipsy groove
Sette appuntamenti musicali sul dehors

 

dalle 18.30 con buffet all you can eat € 7 escluse bevande


SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO

27 agosto – LITTLE BANDA BUFFO

Buffo, Matte Toby e Meghe in un trip semi-acustico dal soul di Ray Charles al blues di Muddy Waters passando per funk, r&B, Eric Clapton, Stevie Wonder, Allman Brothers, Marvin Gaye e chi più ne ha più ne metta…

 

 

3 settembre – DADDARIO

Appassionato visceralmente al Funk, Soul, Jazz, rimane folgorato dalla scena beatmaker della Stones Throw come Madlib e Dilla e le sue derivazioni più futuristiche di Flylo. Armato di mpc e moog. Il suo album d’esordio,  l’omonimo Daddario,  esce  per Museek il 21 maggio 2016. In questa esibizione live  pezzi vengono riproposti con una formazione sperimentale (basso, batteria, tastiere) dilatando ed espandendo i brani che nell’album sono brevi beat.

 

10 settembre – ORN trio

Giulio Stermieri fender rhodes – Simone Di Benedetto contrabbasso – Riccardo La Foresta batteria. La formazione del piano trio è una delle più comuni nel repertorio jazzistico; l’organico permette ai musicisti di muoversi con disinvoltura, dialogando tra di loro liberamente ed estemporaneamente come nella natura intima della musica jazz: ogni concerto è diverso dal precedente e dal successivo, ogni esecuzione ha un elemento di originalità che la rende unica.

 

24 settembre – Y & M

Il deserto australiano si incontra con la foresta d’Europa. Folk acustico con colore celtico. Yani Pearl e Martin Martis suonano “musica del mondo”, dai toni inconsueti e ricercati. Martin Martis è un musicista polistrumentale e compositore, ha scritto musica per bands, danza, teatro, radio e televisione. Yani Pearl è una cantautrice australiana, dalla voce che muove il cuore. La voce di Yani trasmette un feeling celtico e trova ispirazione nelle sue radici scozzesi. Tecnica e anima fusi insieme in due chitarre acustiche, voce e flauto traverso.

 

1 ottobre – EGGSITE

Gli Eggsite si formano alla fine del 2008 dalle ceneri di un precedente progetto musicale di cover indie rock. Sono cresciuti ascoltando U2, Cure, Joy Division, Editors, Garbage, Arcade Fire, Sigur ros e tanti altri, che hanno dato alla band una base ritmica indie-rock, melodie vocali pop e atmosfere dark-new wave. Il loro nuovo EP “Questions” è uscito lo scorso 12 maggio nei principali digital stores e in streaming su Spotify, dove è possibile trovare anche il loro primo album, “Under the surface”.

 

8 ottobre – PIP CARTER LIGHTER MAKER

Le influenze della band sono un chiaro riferimento a gruppi del calibro di Kinks, Pink Floyd e a tutta la Swinging London della meta’ degli anni 60 di ispirazione psichedelica.
Claudio Luppi voce e chitarra, Pierlugi Lanzillotta batteria, Carlo Albero Moretti basso e voce. Approccio alla composizione non avanguardistico o per mostrare l’evanescente lucentezza delle ultime mode musicali, ma semplicemente per necessita’, come probabilmente era nelle ere primordiali il canto….. Ad Ottobre 2017 usciranno su vinile con un nuovo album, il sesto!

 

15 ottobre – GOVO NICK AND PAUL

Andrew Govone e i due fucili a canne mozze più famigerati del west: Nick Missouri e Paul Zabriskie dopo scazzottate colpi di revolver, chitarre rotte, tradimenti e cuori infranti, domattina accompagneranno la nonna a messa da buoni conservatori americani ma intanto intratterranno le vostre serate da saloon con un mix di brani che vanno dal western al countrybilly rivisitando anche canzoni tratte da colonne sonore di film che hanno fatto la storia del cinema.



ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER